Cerca
Close this search box.

Spuntini per dimagrire: ecco come sceglierli

Spuntini per dimagrire

Una delle regole auree per chi vuole perdere peso (o mantenere la linea) è quello di fare attenzione a quanto e a cosa si mangia. Quindi, è praticamente impossibile ottenere il corpo che desideriamo, senza fare molta attenzione a quanto e a cosa mangiamo. Questo vale per i pasti principali, ma anche per tutte le cose che ingeriamo fuori dai pasti e che spesso sono le vere responsabili dei problemi di sovrappeso. Ecco quindi una breve guida per capire come scegliere gli spuntini per dimagrire.

Innanzitutto, partiamo dalle basi: vediamo che caratteristiche devono avere questi spuntini per dimagrire.

Spuntini per dimagrire: le regole base

Preferisci Cibi Ricchi di Proteine e Fibre

Le proteine e le fibre sono essenziali per la sazietà e il controllo dell’appetito. Spuntini come yogurt greco, verdure crude e noci sono ottimi per placare la fame senza eccedere in calorie. Questi alimenti aiutano anche a stabilizzare i livelli di zucchero nel sangue, riducendo la probabilità di picchi e cali che possono portare a mangiare eccessivamente.

Scegli Cibi a Basso Indice Glicemico

Gli alimenti a basso indice glicemico rilasciano zuccheri lentamente nel flusso sanguigno, fornendo energia costante e prolungata. Esempi includono le mele, le pere, le carote, le verdure, il pesce e la carne. Questi cibi aiutano a evitare il sovraccarico calorico e i cali di energia che possono portare a mangiare di più.

Evita gli Zuccheri Aggiunti e i Grassi Trans

Leggere attentamente le etichette degli alimenti è fondamentale per evitare zuccheri aggiunti e grassi trans, spesso presenti negli snack confezionati. Questi ingredienti non solo contribuiscono all’aumento di peso, ma sono anche associati a problemi di salute a lungo termine come malattie cardiache e diabete.

Limita le Porzioni

Mangiare bene non basta. La dimensione delle porzioni è cruciale, specialmente quando si tratta di cibi più calorici come frutta secca e semi. Utilizzare piccoli contenitori o sacchetti può aiutare a non superare la quantità raccomandata e a mantenere il controllo delle calorie assunte.

Ora che abbiamo visto le basi, ti do subito un paio di consigli extra, per i tuoi spuntini per dimagrire.

Scegli Cibi Che Ti Piacciono

Una volta escluse tutte le porcherie che ti fanno ingrassare, bisogna comunque dare un po’ di soddisfazione ai nostri sensi. È quindi fondamentale scegliere spuntini che soddisfino i tuoi gusti personali. Uno spuntino non solo deve essere nutriente, ma anche piacevole. Questo aiuta a mantenere la coerenza e l’adesione a un’alimentazione salutare nel tempo.

Non dimenticare l’idratazione

Bere acqua prima di uno spuntino spesso riduce il senso di fame e la quantità di cibo che mangeremo. Spesso poi, il corpo confonde la sete con la fame, quindi un buon bicchiere d’acqua potrebbe essere tutto ciò di cui hai realmente bisogno.

Prepara i Tuoi Spuntini in Casa

Preparare spuntini in casa può essere un modo efficace per controllare quantità. ingredienti e calorie. Li puoi preparare alla sera per il giorno dopo o direttamente al mattino. Molte cose, poi, possono essere preparate e conservate per giorni.

Diciamocelo, già così sai tutto quello che c’è da sapere su come gestire i tuoi spuntini per dimagrire. Ma voglio essere più chiaro. E quindi andiamo avanti con alcuni esempi.

Cosa evitare

Prima, però, diamo un’occhiata agli spuntini che devi assolutamente evitare.

La cosa fondamentale è evitare come la peste snack che siano formati da carboidrati e/o ad alto indice glicemico. Questo tipo di alimenti non vanno mai bene, ma all’interno di un pasto completo, la loro azione negativa viene alleggerita da altri nutrienti. Per esempio, potresti aver mangiato della fibra, che rallenta l’assorbimento del glucosio. Mentre se li mangi da soli, hanno un effetto devastante sulla tua linea. E sulla tua salute.

Ogni volta che scegli cosa mangiare fuori pasto, dovresti scegliere un alimento proteico o lipidico. E se proprio vuoi stare sui carboidrati (che ti ricordo essere zuccheri), abbinaci molta fibra.

Andiamo quindi a spaccare il capello e a vedere una breve lista di cose che non dovrebbero mai far parte delle tue merende.

Biscotti, cracker, salatini, piadine, grissini, taralli e simili, sono nemici giurati della tua linea. Sono fonti di amido isolato.

Vanno bene se vuoi riempirti di rotolini ed essere in perenne picco glicemico. Sono da evitare se vuoi avere un corpo ed una salute migliori. Lo stesso discorso vale per il pane, ca va sans dire.

Il discorso peggiora se oltre alla farina bianca, contengono anche zuccheri aggiunti. Quindi stop a brioche, torte, pastine, brownies e compagnia cantante.

Ancora peggio, poi, se ti butti sulle merendine confezionate. Qui, oltre ad una quantità di zuccheri spaventosa, trovi spesso un mix di conservanti, coloranti e schifezze varie, che fanno si che tu abbia sempre più voglia di mangiare quel cibo.

Quindi, oltre a mandarti in picco glicemico e a farti quindi venire fame dopo circa un’ora da quando hai mangiato la merendina, ci sarà anche una sorta di dipendenza psicologica, che te la farà desiderare. Un meccanismo simile a quello scatenato dalla droga nei tossicodipendenti.

Le merendine, praticamente, sono il tuo biglietto aereo verso il mondo della cellulite e della ciccia.

Ma non pensare che le brutte notizie siano finite qui! Il prossimo sulla lista dei cibi spazzatura che devi assolutamente evitare di mangiare fuori pasto, sono le patatine. Sono buone e quando inizi non finiresti più. Perché sono un devastante mix di amido, zuccheri, sale, conservanti e aromatizzanti. Il tutto fritto. Le patatine sono estremamente caloriche e iperglicemizzanti. E le devi limitare il più possibile.

Inizio a sentirmi cattivo e allora ti dico solo le ultime due cose da cui stare lontana.

Tutti gli yogurt, tranne il classico greco. Questo perché quelli alla frutta che trovi normalmente al supermercato hanno fino a 7 cucchiaini di zucchero per singolo vasetto.

Barrette energetiche. Spesso considerate sane e adatte agli sportivi, spesso lo sono meno di quel che credi. Ma, soprattutto, possono passare se le mangi al posto di un pasto e non come spuntino tra un pasto e l’altro. Può permettersi di mangiarle come spuntino, uno sportivo professionista, che si allena ore tutti i giorni e che ha bisogno di un introito calorico molto abbondante.

Adesso che hai capito le regole base per scegliere i tuoi spuntini per dimagrire e che hai visto cosa non va assolutamente mangiato tra un pasto e l’altro, vediamo ora qualche esempio di ciò che invece puoi mangiare.

Spoiler: la lista non è lunga! Ma pensi davvero che vi siano tante cose che puoi mangiare tranquillamente fuori pasto senza ingrassare?!

Cosa puoi mangiare

Al primo posto degli spuntini per dimagrire, troviamo la frutta secca

Noci, mandorle, anacardi e simili sono ottime fonti di omega 3 e quindi stanno bene nella tua alimentazione. Ma ricorda di preferire quelle al naturale, senza sale aggiunto. E non dimenticare che hanno comunque un considerevole impatto calorico. Quindi non esagerare.

Se pensi di far fatica a regolarti, il mio consiglio è quello di preparare prima la porzione che decidi di mangiare e limitarti a quella. Senza pescare a caso dal sacchetto.

Al secondo posto troviamo la verdura

Cruda o cotta, può essere un ottimo spezzafame. La puoi preparare già tagliata per il giorno dopo, per evitare che la pigrizia ti faccia preferire altri cibi. Se non la ami scondita, puoi mangiarla in pinzimonio.

Uova

Hanno un carico glicemico nullo. E se le fai sode durano giorni nel frigo e ore fuori dal frigo, quindi le puoi portare anche al lavoro. Le uova sono un alimento completo, tra i migliori in assoluto. E se stai pensando che sia pericoloso mangiarne più di un paio a settimana, ti sbagli. Quelle teorie sono state del tutto confutate e, soprattutto, basta scegliere le uova giuste (e se vuoi sapere come si fa, leggi questo articolo).

Yogurt greco

Non è tra le cose che ti consiglio di più. Ma non è nemmeno da scartare. Se ti piace, è una soluzione molto comoda. Ricorda che puoi aggiungergli frutta fresca, ma non provare ad aggiungere zucchero!

Cocco

Il cocco è una buona fonte di grassi sani ed ha un buon effetto saziante. Mangiarne un paio di pezzetti possono aiutarti a tenere a bada la fame. E non buttare mai l’acqua del cocco: è incredibilmente ricca di elettroliti e minerali. Il cocco è probabilmente meno facile da trasportare, ma a casa lo puoi facilmente conservare in frigo, a pezzetti, in un contenitore pieno d’acqua.

Come dicevamo all’inizio, gli spuntino fuori pasto sono i principali responsabili dei chili di troppo di un sacco di persone. Se riuscirai a dirgli addio, o almeno a scegliere quelli giusti, vedrai sicuramente dei benefici.

E se invece non hai tempo da perdere e vuoi ottenere il tuo corpo a prova di spiaggia nel minor tempo possibile, la soluzione è CellStop.

CellStop è l’unico protocollo di rimodellamento coperto da garanzia 100% soddisfatta o rimborsata e lo trovi nel mio centro estetico a Verona.

Per sapere tutto su CellStop e capire se è la soluzione migliore anche per te, chiama subito lo 0458007846 e prenota la tua consulenza personalizzata.

Se sei bella, la vita è più bella!

Nicola Cossater

Cossater beauty

Prenota il tuo servizio

Chiama per prenotare o per ricevere informazioni